Qui le più fragili mie foglie, eppure quelle che dureranno più a lungo,
Qui velo e celo i miei pensieri che non mi piace rivelare,
Eppure essi mi rivelano più di ogni altra mia poesia.



Walt Whitman

UnderConstruction



Quando ho mangiato bene mi informo sul destino degli altri.

(pagina CulinAria, che non è una roba porno, ve lo dico:)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

mercoledì 17 marzo 2010

Fiore

.
.
.
.
.
.
.
Fiore che non dura
oltre l’ombra di un attimo
la tua freschezza
persiste nel mio pensiero.

Non ti ho perduto
in ciò che sono,
se pure, o fiore, non ti ho visto mai
dove io non sono che la terra e il cielo.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . .






















(“Fiore che non dura”  Fernando Pessoa)
versione originale




tratto di Aria





Faccio una piccola pausa, a presto. Un sorriso a chi passa, un bacio agli amici. Aria

12 commenti:

  1. Lorca diceva in una sua poesia di sentire il profumo della rosa sott'acqua...E quel profumo anch'io l'ho sentito una volta , solo una volta...

    RispondiElimina
  2. Aspettiamo il tuo ritorno come un fiore che risboccia in primavera... Ciao!

    RispondiElimina
  3. Grazie per il disegno, è stupendo. La poesia, come al solito, non l'ho capita :) Ma sono io che sono limitata! A proposito, per la prossima casa ce la faremo con il tuo capolavoro? :) Bacione bellissima!

    RispondiElimina
  4. L'hai messa :), un bacio tesoro...

    RispondiElimina
  5. grazie a Pessoa, a te e al disegnatore
    marina

    RispondiElimina
  6. Disegni si nuovono senza colori, che lontano il pensiero mi va.
    Continuo a scrivere sulla polvere respirando vuote Primavere senza sole
    dimmi che tornerò a sorridere
    dimmelo che aspettar non so.

    RispondiElimina
  7. caspita! i disegni sembrano prendere respiro e muoversi.. le parole soffi di anima salata nel dolce zucchero dei suoi battiti.. si oscilla il corpo fra queste sponde.. l impeto della melodia risuona... mi trova su formulaastratta.libero.it

    RispondiElimina
  8. Tesoro, si è seccato :) Ridi su e scrivi, che ti aspettiamo!

    RispondiElimina
  9. ahahahahah! hai ragione tesoro :)))) sorrido, sempre! spero di riuscire a scrivere qualcosa settimana prossima :)

    RispondiElimina
  10. *Guglielmo*
    Profumi che non si dimenticano. Unici. Ed irripetibili…

    *Bionda*
    Anch’io cara, mi specchio nei suoi specchi

    *Mela e Candela*
    Wow! ragazzI! Un bacio ad entrambivoidue :)

    *Sogno*
    Grazie tesoro :)
    Ahahahah! Sì lo so che fai uno sforzo tremendo e solo perché mi vuoi bene :), la poesia io l’ho capita per come l’ho capita io, come sempre quando leggo le poesie, e questa l’ho sentita così: ci son “fiori” che, sia pur di vita breve, continuano a vivere nel nostro cuore, sulla nostra pelle, nei ricordi, ci sono profumi che possono cambiare una vita, o semplicemente arricchirla, nonostante i petali che ne hanno rilasciato l’essenza, non durino che l’ombra di un attimo. “la tua freschezza persiste nel mio pensiero”…. Che sia il profumo di un fiore o il suono di una risata cristallina o la luce di uno sguardo azzurro… così l’ho letta io!
    Che mi cadano le dita della mano destra e pure di quella sinistra se stavolta la prima cosa che entrerà nella tua nova casa non sarà il mio capolavoro!! (oddio….facciamo un paio di unghie, va:)

    *Mat*
    Sì! Lo sai che il “gioco” di questo posto è il richiamo di parole, di fili invisibili e ispirazioni che vengono dal cuore e, spesso, dal fiume delle tue parole :) un bacio a te!

    *Marina*
    Pessoa lo ringrazio insieme a te, e poi, da sola, ringrazio te :) e grazie anche in veste di disegnatrice (meno che dilettante!)

    * Maurizio*
    Tornerai a sorridere nelle linee disegnate dal crespo di mare e mi dipingerai gli occhi di primavera


    *Anonimo*
    Grazie…. Sono senza parole…
    Ho cercato l’indirizzo che mi ha lasciato, ma non sono riuscita a trovarla, credo :(
    Se mi lasciasse il link?

    *Malumore*
    Se me lo dici così, col sorriso, di buonumore, torno :)

    RispondiElimina

nota

I post etichettati col tag "echi" sono ritorni di parole, ripubblicazioni di pensieri posati nel tempo andato in due blog sul portale di Libero (che non ho cancellato nonostante li ritenga finiti). Per ragioni ogni volta diverse ho voglia di sentire l'eco di quel passato, qui.

altrove

Lettori fissi





Cara, amica mia cara,
ciò che riceverai sono oggetti da riempire, come lo è la vita d'altronde. Riempire con le tue scintille di bellezza che assomigliano un po' alle mie - altrimenti perché saremmo amici? continua

infiniti cristalli, brandelli di trasparenze raccolti ai bordi di un'anima fragile, se frugo in me non trovo che questo: frammenti di aria.

passato prossimo

... .. . ..

. . . . .