Qui le più fragili mie foglie, eppure quelle che dureranno più a lungo,
Qui velo e celo i miei pensieri che non mi piace rivelare,
Eppure essi mi rivelano più di ogni altra mia poesia.



Walt Whitman

UnderConstruction



Quando ho mangiato bene mi informo sul destino degli altri.

(pagina CulinAria, che non è una roba porno, ve lo dico:)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

martedì 12 giugno 2012

12 giugno

"Tu sei forte, sei una roccia...ma speciale, plasmata dal vento della passione e dalla luce solare della bellezza: come la semplice, solida e solidale pietra dei muretti a secco, che custodiscono la bellezza spontanea e genuina dei papaveri rossi e degli ulivi verdi...come la pietra che, sulle coste, ha eretto le torri di avvistamento e che, in lontananza, suggeriscono che lì dove c'è quella roccia, c'è sempre la grandezza del(l'a)mare...Auguri mia cara, auguri!"

Grazie amico mio caro, sei un Angelo,  auguri anche a te!

[ Lo so, sembra è un post autocelebrativo, ma me lo regalo e dico addirittura che  me lo merito, ché di solito mi massacro,  e ho voglia di crederci, almeno cinque minuti, ecco! ]


20 commenti:

  1. e mi regalo anche questi ché i pensieri sono i doni che preferisco! (dopo lo sbrillocco, ovvio:)

    "Il tuo compleanno è passato ma di voglio dedicare questa poesia di una persona che seguo su un altro sito:


    Fiume della vita
    che scorri
    signore dell'immortalità
    scandisci
    i rintocchi del tempo
    nemico beffardo.

    Ricordi
    affiorano
    dal mare della memoria
    come piccole onde
    che lambiscono la mia mente
    bramosa
    di vane emozioni.

    Attimi vissuti
    si celano
    come gocce di verità
    custodite
    nello scrigno dell'esistenza.

    Magico carillon
    dell'infanzia
    risuoni
    foriero di gioie infantili
    a ravvivare
    la nostra fonte di speranza.

    Perdonami il ritardo, con affetto
    Randy"

    @--'--,-- --,--'--@

    "Come se fossi acqua
    su cristalli di te,
    berrò la tua trasparenza
    di carezze e vetri
    e torrenti,
    pioggia di parole di nulla
    ad essere niente
    per l'astrazione della tua anima
    di senso e luce invisibile..
    Come se fossi te,
    come se fossi noi,
    nient'altro che vento.."

    Il pianto della Fenice
    Angelo D'Onofrio

    (auguri con tutto il cuore.. e anche con un po' di ritardo) d4ny3L4

    RispondiElimina
  2. Caspita, ma è un tuo lavoro questo? E come l'hai realizzato, collage, pittura o...? E' semplicemente bellissimo, mi piace da morire.
    E auguri anche a me, in ritardo come sempre. (scusami)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie tesoro, intanto non preoccuparti per il ritardo, in realtà il post l'ho pubblicato ieri ma ho modificato la data :))
      e il lavoretto sì è mio, quando ero giovane mi divertivo con i disegni, la pittura, il bricolage ecc. questo è un disegnino fatto, pensa te, con le matite acquerellabili, che mi piacciono da morire, perché mi danno la possibiltà di definire i piccoli dettagli (con i pennelli e i colori a olio esco pazza!) e poi di sfumare o adirittura acquerellare con calma e senza combinare pasticci. poi però l'ho elaborato e modificato con gimp, il programma di fotoritocco che uso, aggiungendo i papaveri e la torre diroccata, foto anch'esse previamente modificate e adattate all'uopo. Insomma, non avevo l'immagine giusta per rappresentare il bellissimo sms d'auguri ricevuto che mi sono regalato e così me sono fatta una io da me stessa medesima!
      un bacione cara e grazie!!!

      Elimina
  3. Bene Frammentaria ecco un haiku (largo) augurale

    Ami la terra, Aria.
    Si vede da
    come l'accarezzi, lieve.

    RispondiElimina
  4. Deliciosa composición con amapolas en diferentes tonos. La amapola es mi flor preferida.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'amapola è anche il mio fiore preferito! in questo periodo ci sono distese infinite di rosso, onde che fluttuano seguendo il vento tra gli ulivi. meravigliosi papaveri! all'apparenza così delicati, ed invece forti, flessuosi, eleganti e sfacciati!

      Elimina
    2. anche il mio.. anche il mio. :)

      Elimina
    3. eccerto! tu sei bella come un papavero!

      Elimina
  5. Hola tienes un interesante espacio, un placer pasar a leerte.
    feliz fin de semana.
    un abrazo.

    RispondiElimina
  6. grazie Ricardo....ho visto i tuoi, di spazi, e non posso che essere lusingata dal tuo apprezzamento.
    felice settimana a te!

    RispondiElimina
  7. Non so se di solo sogni vissi naufragando d'amore su spiaggie di parole o aspettando il tuo sorriso nascosto tra i desideri del cuore, di certo vissi tra terra e mare tra i papaveri e la voglia di amare di certo vissi ..

    RispondiElimina
  8. mi avvolgo nelle tue parole e ti sorrido caro, grazie

    RispondiElimina
  9. Bonjour,
    Belli tanto quei fiori sotto e sovrastanti la roccia. Metafora visiva più forte della parola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bonjour! è un vero piacere vederla qui. La bellezza dei fiori, ed in particolare dei papaveri, è proprio che nascondono dentro un apparente fragilità la forza di resistere al vento, alla pioggia, al sole e all'aridità. Grazie!

      Elimina
    2. Sì, sì, proprio così.
      Merci à toi.

      Elimina
  10. Wo! respirarti è meraviglioso.. rimango sempre affascinata dalla tua enfasi.. dolce serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simonetta, sei sempre troppo cara :)

      Elimina
  11. crederci per solo 5 minuti non e' abbastanza...devi credere in te sempre amandoti! l'aurora ti attende...respirala

    RispondiElimina

nota

I post etichettati col tag "echi" sono ritorni di parole, ripubblicazioni di pensieri posati nel tempo andato in due blog sul portale di Libero (che non ho cancellato nonostante li ritenga finiti). Per ragioni ogni volta diverse ho voglia di sentire l'eco di quel passato, qui.

altrove

Lettori fissi





Cara, amica mia cara,
ciò che riceverai sono oggetti da riempire, come lo è la vita d'altronde. Riempire con le tue scintille di bellezza che assomigliano un po' alle mie - altrimenti perché saremmo amici? continua

infiniti cristalli, brandelli di trasparenze raccolti ai bordi di un'anima fragile, se frugo in me non trovo che questo: frammenti di aria.

passato prossimo

... .. . ..

. . . . .