Qui le più fragili mie foglie, eppure quelle che dureranno più a lungo,
Qui velo e celo i miei pensieri che non mi piace rivelare,
Eppure essi mi rivelano più di ogni altra mia poesia.



Walt Whitman

UnderConstruction



Quando ho mangiato bene mi informo sul destino degli altri.

(pagina CulinAria, che non è una roba porno, ve lo dico:)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

sabato 5 dicembre 2009

non dimenticarmi

.
.
.
.
.
E' sdraiato accanto a lei. Lei sta sotto la seta con gli occhi chiusi, accarezza gli occhi, la cavità degli occhi, la bocca, la linea del volto, la fronte. Cerca alla cieca un altro volto, attraverso la pelle, le ossa. Parla. Dice che quell'amore è terribile a viversi. E grida.

("Occhi blu capelli neri" Marguerite Duras)
































Promettimi che mi dimenticherai.
Perché così anch'io potrò dimenticarti,
e potrò smettere di cercare i tuoi occhi in altri occhi,
non cercherò il tuo odore su un'altra pelle,
ascolterò altre canzoni,
amerò.

Promettimi di non dimenticarmi.
E così anch'io non ti dimenticherò.
E smetterò di cercare il tuoi occhi in altri occhi,
non cercherò il tuo odore su un'altra pelle,
ascolterò altre canzoni,
mi amerò.



Aria





3 commenti:

  1. è semplicemente bellissima.

    RispondiElimina
  2. Ho promesso tra odi di debolezza le mie parole alle tue,
    tremando tra le braccia della sera
    che nessun volo cercherò,
    che non abbia un tuo sorriso..

    RispondiElimina
  3. Ricordami nei sorrisi e nelle carezze del vento. Ricordami e lasciami dimenticare. Dimenticami e lasciami ricordare...

    RispondiElimina

nota

I post etichettati col tag "echi" sono ritorni di parole, ripubblicazioni di pensieri posati nel tempo andato in due blog sul portale di Libero (che non ho cancellato nonostante li ritenga finiti). Per ragioni ogni volta diverse ho voglia di sentire l'eco di quel passato, qui.

altrove

Lettori fissi





Cara, amica mia cara,
ciò che riceverai sono oggetti da riempire, come lo è la vita d'altronde. Riempire con le tue scintille di bellezza che assomigliano un po' alle mie - altrimenti perché saremmo amici? continua

infiniti cristalli, brandelli di trasparenze raccolti ai bordi di un'anima fragile, se frugo in me non trovo che questo: frammenti di aria.

passato prossimo

... .. . ..

. . . . .